Socialize

Stati Uniti: un disegno di legge che mette in discussione l’Arabia Saudita

    di  .  Scritto  il  18 Maggio 2016  alle  6:00.

E’ stata approvata dal Senato americano e passerà ora all’altra camera del parlamento americano un disegno di legge che se approvato consentirà alle famiglie delle vittime dell’11 settembre 2001 di chiamare a giudizio l’Arabia Saudita per connessioni con i terroristi che attaccarono le Torri Gemelle. Al di segno di legge si sta opponendo l’amministrazione del presidente Barack Obama che ha minacciato di ricorrere al veto pur di bloccarla.010917-N-7479T-512

La legge, secondo la stampa americana, è un segno ulteriore del deterioramento delle relazioni tra Washington e Riad. Quest’ultima ha già minacciato di vendere 750 miliardi di buoni del tesoro e altri asset che detiene negli Stati Uniti; una minaccia arrivata direttamente dal ministro degli Esteri saudita Adel al-Jubeir.

Elementi sul coinvolgimento di funzionari sauditi negli attacchi dell’11 settembre sono emersi di tanto in tanto nell’ultimo decennio, ma i tentativi di portare a giudizio l’Arabia Saudita si sono arenati per una legge del 1976 che concede un certo grado di immunità agli Stati stranieri.

Il disegno di legge è dunque una forma di deroga al provvedimento del 1976 e consentirebbe di procedere contro quei Paesi accusati di attacchi terroristici contro cittadini americani sul suolo americano. I National Archives hanno di recente diffuso alcune note di membri della Commissione che era stata incaricata di indagare sull’11 settembre; nelle note si fa riferimento a possibili collegamenti tra gli attentatori e una serie di sauditi residenti negli Stati Uniti, ma il documento di 28 pagine non è ancora stato del tutto declassificato.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *