Socialize

Algeria: Bouteflika in campo nonostante le proteste, ma promette transizione

    di  .  Scritto  il  4 Marzo 2019  alle  7:00.

Malgrado inedite proteste – ancora ieri sono scesi in piazza gli studenti – con i manifestanti che gli chiedevano di fare un passo indietro, il capo di Stato uscente algerino Abdelaziz Bouteflika ha depositato ieri sera la documentazione necessaria alla sua candidatura per le presidenziali in programma il 18 aprile.

Tuttavia, Bouteflika – fatto anche questo inedito – si è impegnato, nell’eventualità di una vittoria, a lavorare per una transizione e farsi dunque da parte per eventuali elezioni anticipate.

“Mi impegno fin d’ora – ha detto – all’organizzazione di un’elezione presidenziale anticipata” la cui data sarà fissata da una “conferenza nazionale” da istituire subito dopo lo scrutinio del 18 aprile e “mi impegno – ha aggiunto – a non candidarmi per quella elezione”.

Parole giunte mentre centinaia di studenti ad Algeri e in altre città del Paese gli chiedevano di farsi da parte.

Che queste proteste – in particolare quelle dello scorso venerdì che hanno causato decine di feriti, un morto e condotto a diversi arresti – qualche effetto lo abbiano prodotto sembra comunque evidente sia dall’annuncio fatto da Bouteflika – che ha appena compiuto 82 anni e versa in difficili condizioni di salute – sia dalla decisione dello stesso capo dello Stato di licenziare Abdelmalek Sellal (un ex primo ministro) da direttore della sua campagna elettorale; al posto di Sellal, Bouteflika ha scelto il ministro dei Trasporti, Abdelghani Zaalane.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *